Cerca
  • Confettiacolazione

COME ORGANIZZARE UNA CERIMONIA SIMBOLICA EMOZIONANTE | 5 CONSIGLI


Le cerimonie simboliche sono sempre più spesso scelte dalle coppie contemporanee. Prima di darvi i miei consigli vediamo insieme cosa le contraddistingue.

Come suggerisce appunto il nome, questa tipologia di cerimonia non ha alcuna validità civile o religiosa. Ha però alcuni vantaggi tra cui quello di poter essere celebrata nella stessa location in cui si svolgerà il ricevimento o in un luogo particolarmente scenografico/caro agli sposi anche se non si tratta di casa comunale (requisito necessario per una location per ottenere il riconoscimento legale). Il contenuto della cerimonia è inoltre del tutto personalizzabile e costruito su misura per la coppia. Proprio per questi aspetti, la soluzione della cerimonia simbolica è molto invitante, anche se questo non significa che non nasconda insidie. Se state valutando questa opzione probabilmente vi starete chiedendo: come organizzarla al meglio?



1) INGAGGIARE UN CELEBRANTE O UN AMICO?

Questa scelta è vostra ma che sia un celebrante o un caro amico deve non solo saper parlare di voi, ma saper parlare in generale. Spesso ci si rivolge ad un amico, parente o conoscente proprio perché dato il rapporto pensiamo che il messaggio possa essere trasmesso in modo più sentito. E' una giusta osservazione ma non dimentichiamo che la capacità oratoria è una dote essenziale quando si parla ad un pubblico. Il contenuto potrà essere davvero emozionante solo se espresso in maniera sicura e chiara. Se non siete certi di avere la persona giusta, non esitate quindi a considerare di ingaggiare un celebrante professionista. Il ruolo di questa figura inoltre è di grande supporto anche per redigere una scaletta della cerimonia che sia personale e coinvolgente.


2) PERCHE' SIA "COINVOLGENTE" DOVRETE PRIMA "COINVOLGERE".

Una cerimonia simbolica può essere (e a mio avviso DEVE essere) coinvolgente. Per far sì che questo accada il modo migliore è quello di coinvolgere, appunto, cari amici o parenti nel rito. Un discorso scritto dagli stessi, la lettura di una poesia, un augurio. Questi momenti aumentano l'empatia tra gli invitati e saranno un ricordo bellissimo per voi. Importante: non improvvisate. Il rischio è che in questi casi, presi dall'emozione, non parli nessuno "a chiamata". Pianificate quindi con anticipo eventuali discorsi, senza ovviamente mai obbligare nessuno: le forzature perdono in spontaneità e causano invece imbarazzo.


3) LE PROMESSE

Quante volte ci siamo emozionati durante un film vedendo gli sposi che si leggevano le promesse di matrimonio? La cerimonia simbolica ci permette di introdurre questo tanto amato quanto emozionante elemento. Iniziate a scrivere le vostre promesse con anticipo e "revisionatele" più a ridosso del grande giorno. I discorsi importanti hanno bisogno di decantare come un buon vino prima di essere assaggiato. Siete bloccati dalla timidezza? Pensate che in quel momento ci siete solo voi due, parlate occhi negli occhi al vostro amato/a e dimenticate il resto.



4) VALORIZZATE IL CONTESTO

Arricchire il contesto che circonda voi e gli invitati è parte integrante della cerimonia. Mentre in chiesa e in comune spesso abbiamo delle restrizioni a livello di allestimento o di decorazioni, nel caso di una cerimonia simbolica l'unico limite di personalizzazione è la fantasia (e sì, il budget ovviamente). Perché investire sulla cerimonia? E' molto semplice: perché sarà il momento più emozionante della giornata. Scegliete uno sfondo scenografico, giocate con i fiori, le sedute, gli accessori per gli ospiti (ventagli in caso di giornata calda, coperte se scegliete una fresca giornata autunnale). Abbiate cura della parte musicale: anche qui potete sbizzarrirvi e, tornando al paragone con i film, la colonna sonora giusta è sempre la ciliegina sulla torta.


5) NON FATELA TROPPO LUNGA

Alcuni studi scientifici (come questo) evidenziano che " la mente ci mette un po’ a raggiungere il picco massimo dell’attenzione: circa 5 minuti. Dopodiché, è in grado di mantenere lo stesso alto livello di attenzione per altri 15 – 20 minuti. Dopo questo intervallo inizia un cosiddetto decadimento: col passare del tempo l’attenzione cala, fino a raggiungere una diminuzione dell’80% delle capacità attentive intorno ai 30 minuti. Al 40° minuto, un relatore può stare certo di aver perso quasi completamente l’attenzione del suo pubblico".

Per esperienza personale, non posso che trovarmi d'accordo con queste affermazioni: la durata ideale per una cerimonia simbolica è di circa 30, massimo 40 minuti. Ovviamente ogni caso è a se e ogni coppia è libera di optare per la durata che preferisce ma sconsiglio sempre una cerimonia troppo lunga per evitare un fisiologico "calo di attenzione".



Spero questo articolo vi sia utile e se pensate possa essere interessante per altri: condividetelo!

Alla prossima.


Lucia

Foto: Unsplash, Zonzo Ph



#wedding

240 visualizzazioni
  • Grey Facebook Icon
  • Grey Instagram Icona
  • Grey Pinterest Icon

2020 © Confetti a Colazione. Lucia Boriosi |  Wedding &  Event Planner | Milano | Monza e Brianza | Toscana info@confettiacolazione.com   |  Tel: +39 3471924089  |   P.Iva 09021010963   |  Visual Identity:  Carmen Tortorella   |    Inspired by Beauty.